LA STRADA VERSO L’INDIPENDENZA: PER CRESCERE DOBBIAMO SEPARARCI

Nel corso della vita sono diverse le separazioni che siamo chiamati a mettere in atto. Ce ne sono di più o meno dolorose, alcune semplici e naturali altre più difficoltose e sofferte. Separazioni da amici, familiari, fidanzati/e, compagni/e ma anche da noi stessi, o meglio, da parti di noi. Una delle separazioni più difficili che dobbiamo sostenere per poterci evolvere come individui è quella dai propri genitori.

Questa non è una separazione fisica, o comunque non solo, ma psicologica ed emotiva. Ci sono molte persone che credono di aver raggiunto un’indipendenza dalle proprie figure di riferimento perché sono andate a vivere per conto proprio o perché si sono sposate o hanno avuto figli e dato vita ad una nuova famiglia. Capita invece di mettere anche centinaia o migliaia di chilometri tra noi e la nostra famiglia d’origine ma se questa è solo una distanza fisica, il legame resterà un vincolo che difficilmente ci permetterà di maturare come persone separate.

dealing-with-disagreements-476249342-5c506474c9e77c00013805b8

Perché facciamo fatica a separarci?

In ogni tipo di separazione sono insiti pensieri ed emozioni contrastanti, ci ritroviamo a provare sentimenti alle volte opposti e desideri ambivalenti. Nel rapporto con i propri genitori in particolare ci troviamo a desiderare di diventarne indipendenti, prendere la nostra strada perché è arrivato il momento e sappiamo che è giusto così. Allo stesso tempo però nascono sensi di colpa per la sensazione di stare voltando loro le spalle, percepirci come irriconoscenti per ciò che ci hanno dato, oppure preoccuparci che possano soffrire per la nostra mancanza. Questi vissuti sono umani e comprensibili ma diventano un problema quando hanno il potere di bloccarci nella nostra evoluzione.

Capita che chi viva ancora a casa con i propri genitori venga additato come svogliato, immaturo (qualcuno dice anche “mammone”). In realtà, al di là degli eventuali impedimenti concreti ed oggettivi legati ad aspetti per esempio economici, spesso la difficoltà si trova nell’incapacità di allentare un legame troppo stretto e a volte invischiante. Molti figli sentono di dover dimostrare qualcosa a i propri genitori e, a maggior ragione quando il rapporto con loro non è stato dei più idilliaci, aspettano un riconoscimento che forse non arriverà mai tardando di conseguenza il momento in cui si sentiranno di poter prendere la propria strada.

mother and her adult daughter with financial problems

Legami diversi ma difficoltà simili…

Non solo chi ha avuto un legame stretto con i propri genitori ma anche chi non ha mai avuto un buonissimo rapporto con loro può sentirsi bloccato nel proprio passaggio di separazione. Questo perché spesso rimane nascosto quel desiderio di riscatto che si fatica ad ammettere anche con se stessi. Come se il desiderio di poter essere visti e considerati per come si è, prima poi potesse essere esaudito. Si rimane legati perché si desidera segretamente che i propri genitori possano cambiare ed essere diversi da come sono sempre stati. Se quindi da un lato nei buoni rapporti la separazione viene resa più difficile dal senso di colpa e dalla difficoltà nel prendere una distanza da un legame che si avverte come vitale, dall’altro nei rapporti più critici è proprio la speranza in un cambiamento ad impedire un’evoluzione.

Come imboccare la via verso l’indipendenza?

Per raggiungere un’autonomia, soprattutto emotiva, rispetto ai propri genitori non c’è un’unica via. Ogni percorso è a sé e molto personale. Ciò che può rivelarsi utile però è prendere atto della natura fondamentalmente umana e fragile dei propri genitori. Per tutta la vita per noi queste figure non sono state persone ma una mamma e un papà che dovevano per questo essere perfetti, indistruttibili e pronti a cogliere ogni nostro bisogno e a corrispondere alle nostre aspettative. Crescendo un passaggio fondamentale è rappresentato proprio dal poterli iniziare a vedere per ciò che sono, togliere loro il mantello da supereroi. Accettare i loro limiti, sapere che se sbagliano è perché sono umani, può aiutarci a fare pace con quelle parti di loro che magari abbiamo sempre odiato e farci sentire di conseguenza autorizzati a percorrere la nostra via verso un’indipendenza che sia davvero tale.

Learning-Independence

Sulla mia pagina facebook pubblico contenuti che spero possano offrire spunti di riflessione e di arricchimento, se ancora non mi segui basta cliccare qui.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...